Entalina tetragona (Brocchi, 1814)
Iceland and Norway, Baltic to western Mediterranean.
On sediment, from continental shelf to bathyal depths.
Original taxon: Dentalium tetragonum.
450m deep, in Calvi Bay, NW. Corsica. 6,5mm.
450-500m deep, 12 miles off isla de Alborán. 7mm.
500-600m deep, in mud, off Cagliari, S. Sardinia. 7,3mm.
 
Following Jan Steger, for whom this specimen is also a tetragona, Arie Frans de Jong writes: « According to its location, size, striation an rather strong curve, this must be Entalina tetragona (Brocchi, 1814). I only know Entalina tetragona as well angled, however there is some discussion about the status of a second taxon of Entalina in the Mediterranean, name Entalina quinquangularis Forbes, 1844. This shell should be pentagonal, with five angles: the original description states “pentagulari”. I never saw specimens of this species and, to be honest, most researcher, like WoRMS, synonymised quinquangularis with tetragona. So: interesting, but most likely an unusual round E. tetragona. »
Synonyms: quinquangulare, quinquangularis, vialii.
Dentalium tetragonum, fig.26 in G. Brocchi: Conchiologia fossile subapennina… vol. II, Milano 1814.
 
« Testa tetragona, subtiliter longitudinaliter striata, latere altero subcarinato. – Così questo come il Dentalium sexangulum si distinguono con caratteri tanto cospicui, che non è possibile di confonderli con altre specie dello stesso genere, lo che no può dirsi di molti altri dentali. Quello di cui ora parliamo, offre a prima giunta una struttura quadrangolare, ma esaminato un po’ attentamente, si scorge cho uno de’lati è corredato di una carena longitudinale che forma un quinto spigolo ottuso e poco rilevato, per lo che dovrebbe dirsi rigorosamente pentagono. Tutte le facce sono rigate per lungo da sottilissime strie che non si possono distintamente discernere senza l’ajuto della lente. »

— back to Entalinidæ —